FAQ – DOMANDE E RISPOSTE

CHE COS’È LA LOGOPEDIA

La logopedia (dalle parole greche logos  “discorso” e paideia  “educazione”) è una branca della medicina che, come previsto dal Codice Deontologico approvato dalla Federazione Logopedisti Italiani (F.L.I.), si occupa dei disturbi comunicativi e/o cognitivi linguistici, delle funzioni orali e della deglutizione. Finalità dell’intervento logopedico è l’appropriatezza e qualità professionale nel perseguimento della tutela della salute della persona nella sua dimensione bio-psico-sociale, affinché possa impiegare qualunque mezzo comunicativo a sua disposizione.

CHI È IL LOGOPEDISTA

Il Logopedista elabora, anche in équipe multidisciplinare, il bilancio logopedico volto all’individuazione e alla soddisfazione del bisogno di salute del paziente. Pratica attività terapeutica per la rieducazione delle disabilità comunicative e cognitive linguistiche, utilizzando terapie logopediche di abilitazione e riabilitazione della comunicazione e del linguaggio, verbali e non verbali. Propone l’adozione di ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia.

Svolge attività di studio, ricerca, didattica e consulenza professionale nei servizi sanitari e in quelli ove si richiedono le sue competenze professionali. Verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale; svolge la propria attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o in regime libero professionale.

CHE COS’È LA PSICOLOGIA

La psicologia è la scienza che studia i processi mentali (cognitivi, emotivi e motivazionali), il comportamento e le relazioni umane allo scopo di promuovere il benessere dell’individuo, del gruppo e della comunità.  La psicologia è una disciplina poliedrica che può avere molti campi di applicazione in contesti quali sanità, educazione e formazione, sport, mondo del lavoro, gruppi e comunità, ricerca.

In ambito clinico i principali strumenti dell’intervento psicologico sono il colloquio individuale, di coppia o di gruppo, l’osservazione clinica, la raccolta di informazioni e l’utilizzo di test e di questionari.

CHI È LO PSICOLOGO

La professione di psicologo comprende, secondo la Legge 56/1989 che la istituisce, l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Lo psicologo si occupa, inoltre, di sperimentazione, ricerca e didattica negli ambiti sopra elencati.

CHI È IL NEUROPSICOLOGO

Lo Specialista in Neuropsicologia è uno psicologo che ha frequentato la Scuola di Specializzazione in Neuropsicologia. Si occupa di valutazione e riabilitazione dei disordini cognitivo-comportamentali ed emotivi associati a danno o disfunzione cerebrale, valuta tali deficit, ne monitora l’evoluzione, organizza, anche in équipe multidisciplinare, interventi riabilitativi volti a favorire il recupero o il compenso funzionale. I suoi ambiti di intervento possono comprendere la clinica, la ricerca, la didattica, la formazione e l’attività di informazione volta alla prevenzione dei disordini neuropsicologici.

DIFFERENZE TRA PSICOLOGO E PSICOTERAPEUTA

Sia lo Psicologo sia lo Psicoterapeuta sono figure sanitarie professionali orientate alla cura del disagio psichico. Le due professioni presentano differenze per quanto riguarda il percorso formativo e la natura della loro attività professionale.

Lo Psicologo è un laureato in psicologia, ha svolto un tirocinio professionale di un anno, ha superato l’esame di stato ed è iscritto all’Ordine degli Psicologi per l’abilitazione professionale. Senza l’iscrizione all’Albo non si ha diritto ad utilizzare il titolo di “Psicologo”, ma soltanto quello di “Dottore in Psicologia”.
Lo Psicologo può occuparsi di prevenzione, diagnosi, abilitazione-riabilitazione, sostegno e consulenze in ambito psicologico.

Lo Psicoterapeuta è uno Psicologo o un Medico Chirurgo, regolarmente iscritto al proprio Albo professionale, che ha frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia della durata di almeno quattro anni, che abiliti all’esercizio della psicoterapia, e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR).

COME ACCERTARSI DELLA QUALIFICA PROFESSIONALE DELLA PERSONA CHE CONSULTIAMO

Per essere certi che lo psicologo o lo psicoterapeuta a cui ci rivolgiamo sia effettivamente una figura professionale e abilitata alla pratica della professione, basta consultare l’Albo dell’ordine professionale al quale deve essere iscritto, in particolare l’Albo Nazionale Ordine Psicologi nel caso di Psicologi e Psicologi-Psicoterapeuti, l’Ordine dei Medici nel caso di Medici Psicoterapeuti, l’albo della Federazione Logopedisti Italiani per i logopedisti.

CHE COS’È IL TUTORAGGIO

Il Tutoraggio è una forma di attività didattica di supporto mirata a promuovere l’autonomia, l’efficacia e l’efficienza nello studio. Il Tutor è la figura che accompagna l’allievo o gli allievi nel processo di apprendimento e che, grazie ad una formazione mirata, può instaurare una relazione positiva con lo studente o la studentessa e aiutarlo/la  a scoprire le proprie potenzialità e il proprio stile di apprendimento, a sviluppare motivazione e autostima e ad apprendere il metodo di studio più efficace.

Il tutoraggio, inoltre, è particolarmente utile a studenti e studentesse con difficoltà o disturrbi specifici di apprendimento.