DISFONIA

Per disfonia si intende l’alterazione della voce per cause organiche (lesioni dell’organo vocale come cisti, polipi, granulomi, Edema di Reinke…) o funzionali (disfonie da lavoro, psicogene, croniche infantili, della muta vocale…).
Le lesioni organiche benigne più frequenti sono i NODULI, soprattutto in soggetti che usano professionalmente la voce (insegnanti, venditori, avvocati, centralinisti, cantanti, attori…), in cui l’abuso vocale o l’uso scorretto (=sforzo vocale) ne rappresentano le cause scatenanti. Generalmente la voce è rauca, soffiata e la affaticabilità è spiccata. Negli artisti la sintomatologia è facilmente riconoscibile perché riscontrano subito una maggiore difficoltà nell’eseguire le prestazioni (riduzione della resistenza vocale) e la voce assume delle caratteristiche timbriche molto diverse (vedi pagina Voce Artistica)

Fattori favorenti:

  • malmenage o surmenage vocale;
  • tecnica vocale difettosa;
  • alterazioni posturali;
  • uso professionale della voce;
  • flogosi laringee;
  • fattori irritanti come fumo, alcool, polveri…;
  • reflusso gastroesofageo.

Sintomi più frequenti:

  • Voce rauca, soffiata o stridula.
  • Fatica a parlare soprattutto in ambienti rumorosi o al telefono.
  • Rimanere senza voce durante una conversazione.
  • Frequenti abbassamenti di voce.
  • Bisogno di raschiare la gola per migliorare la voce.
  • Sensazione di avere come un corpo estraneo in gola.
  • Voce che varia nel corso della giornata.
  • Sensazione di dover forzare per produrre la voce.

Va inoltre sottolineato, che le alterazioni che riguardano le disfonie non interessano la sola muscolatura laringea, ma vedono coinvolto tutto il sistema di produzione della voce quindi il paziente disfonico potrebbe lamentare difficoltà nella gestione del fiato, affaticabilità respiratoria, dolori muscolari a livello del distretto testa-collo-spalle…
Quando un problema vocale persiste per più di 15 giorni, è opportuno rivolgersi ad un medico Otorino o Foniatra per l’inquadramento diagnostico, sulla base del quale sarà definito il percorso riabilitativo.
La presa in carico logopedica nei disturbi della voce ha un ruolo simmetrico e complementare nella valutazione e nel trattamento.
Presso il nostro studio sarà possibile effettuare:

  • Colloqui di informazione e counselling.
  • Sedute di Analisi acustica del segnale vocale (spettrogramma, analisi frequenziale, indici di perturbazione, LTSA, SPR, AVQI).
  • Esame obiettivo della muscolatura laringea, degli organi risuonatori, della respirazione.
  • Trattamento con apparecchiatura Novafon (terapia a vibrazione locale).